Annibale Carracci

Paesaggio con la Fuga in Egitto

122 x 230 cm; olio su tela (FC 236)

È l’elemento di punta delle Lunette Aldobrandini, grazie alle quali il genere paesistico ottenne maggior prestigio dalla critica e dal mercato. Per questo l’opera fu una specie di libro di testo per generazioni di pittori. Dipinta a Roma fra il 1604 e il 1613, la serie descrive l’uomo e lo spazio naturale con grande armonia e toni classicheggianti. Ogni lunetta risulta classicamente bilanciata nella composizione e ricorda edifici antichi, concorrendo alla creazione del cosiddetto “paesaggio ideale”. Si tratta di una concezione eroica e aulica della natura, vista in termini dotti.
L’esecuzione di questo pezzo viene quasi unanimemente assegnata ad Annibale Carracci, mentre gli elementi compagni sono in genere ritenuti di Francesco Albani e/o di altri suoi affermati collaboratori (Domenichino, Lanfranco e Sisto Badalocchio). È fra i capolavori giunti ai Pamphilj attraverso la dote di Olimpia Aldobrandini.

Guarda l’immagine completa »

error: Content is protected !!