Domenico di Giacomo di Pace
detto Domenico Beccafumi

Nozze mistiche di s. Caterina con s. Giovannino e santi

Ø 94 cm; olio su tavola (FC 672)

Non è stata mai messa in dubbio l’autografia del grande artista senese, sottolineata dall’ottima qualità della tavola, che si accorda per stile e struttura al tondo del Museo Horne (Firenze). Tipiche sono le gradazioni cromatiche raffinate e del tutto irreali. Le ipotesi sulla datazione insistono verso il 1533/35, ma sono state talvolta anticipate attorno al 1628. Sul gradino si legge: “N° 310 di MAGARINO DA SIENA”, dicitura ripetuta nel retro e da collegare a quella apposta da Agucchi sulla quadreria Aldobrandini, dove la tavola era già nel 1603. Il dipinto, di cui esiste una copia alla Bob Jones University (Alabama), conserva la notevolissima cornice rinascimentale.

Guarda l’immagine completa »

error: Content is protected !!