GIOVANNI DI PAOLO DI GRAZIA - Doria Pamphilj - da 500 anni contemporanei all'arte

GIOVANNI DI PAOLO DI GRAZIA

Nascita della Vergine

20,6 x 33,5 cm; tempera e oro su tavola (FC 514)

La piccola e preziosa tavola con la compagna (“Sposalizio della Vergine”, FC 508), attribuite alla fase giovanile dell’artista senese Giovanni di Paolo, entro la prima metà del Quattrocento, formavano con tutta probabilità insieme ad una “Presentazione al Tempio” (ora Upton House, National Trust) una predella con “Storie della Vergine” tratte dai Vangeli apocrifi destinata ad un altare di cappella in Siena. La tavola riccamente decorata con ampio uso di oro illustra una scena gioiosa di delicata bellezza e intensa spiritualità, situata in un ambiente lussuoso. Caratteristici dell’artista sono i colori brillanti l’eleganza decorativa e la precisione del tratto.